Ogni Quarto Martedì Del Mese

quarto_martedi

Questa serata la dedichiamo allo sport, alle attività artistiche, ai reportage turistici( week end e ferie). Occorre farsene una ragione e non superare i 30 scatti. Queste serate non sono l’occasione per raccontare quello che avete fatto ma la vostra(…nostra) bravura di concentrare in pochi scatti i momenti caratterizzanti le vicende in questione. Questa serata sarà facilmente focalizzata sulle difficoltà di ripresa in esterno e in movimento e sarà interessante vedere come i diversi fotografi hanno affrontato e risolto queste difficoltà. Tra le più comuni: orari e temperatura di colore, movimento dei soggetti o del mezzo( auto, treno, ecc..), folla, spettatori, maltempo, caldo o freddo controluce, chiaroscuri ecc…

Ricordo a tutti di prenotarsi c/o Filippo Umili per una seria organizzazione della serata.

Ogni terzo Martedì del mese

terso_martedi

I soci appassionati di fotografia naturalistica, di macrofotografia, di paesaggio anche sotto forma di reportage, hanno la possibilità di condividere e sottoporre al giudizio degli altri soci le loro opere per riceverne un primo parere, una giusta critica costruttiva e all’occorrenza anche consigli dai più esperti. Non presentare più di 30 scatti e che siano definitivi o tali ritenuti dall’autore.

Gli scatti dubbi, condivisi per avere pareri mettono in imbarazzo chi deve esprimersi nel merito e offre un falso salvataggio in corner all’autore. Vogliate essere valutati per il vostro lavoro finito. Prendete appunti sulle cose che sentite dire. Avrete alla fine la possibilità di replica e chiarimenti.

Prenotate per tempo presso il responsabile della sala e del proiettore: Filippo Umili.

Ogni secondo Martedì del mese

secondo_martedi

I soci interessati a condividere col circolo le loro opere sono tenuti a mettere in visione scatti già ‘finiti’ in numero non superiore a 30. Devono essere disposti a subire con pazienza critiche, opinioni e suggerimenti e prendere appunti per poi rispondere alla fine.

I soci sono invitati a partecipare, ad esercitarsi anzitutto nella lettura delle foto per cercare di capire cosa comunichino e con quali accorgimenti compositivi ed estetici. Evitare di utilizzare aggettivi generici e di nessun aiuto concreto all’autore.

Il secondo martedì del mese è dedicato a lavori che riguardino l’essere umano, sia esso affrontato con il ritratto, o in azione nella città, o rilevato nella vita sociale nei suoi aspetti molteplici.

Come prepararsi al corso lungo

Anche se il corso lungo è destinato pur sempre ai principianti, ci sono operazioni da saper fare per accorciare le distanze di preparazione tra corsisti. Ti suggeriamo un periodo di rodaggio e conoscenza dello strumento che hai scelto che puoi fare anche chiedendo l’aiuto dei tutors del corso prima che questo inizi. Ecco 4 consigli pratici.

  1. Leggere alcune parti del manuale che sono imprescindibili anche per principianti.
    • Cerca nel menù la funzione di modalità di esposizione.
    • Cerca la modalità di reticolo.
    • Cerca la scelta dei tipi di lettura esposimetrica.
    • Cerca la scelta delle modalità di AF.
    • Cerca la sezione di correzione AWB e temperatura di colore.
    • Cerca modalità di utilizzo del flash.
    • Cerca come impostare gli ISO.
    • Trova la modalità per personalizzare la temperatura colore, tonalità, nitidezza e contrasto.
    • Individua le ghiere per regolare diaframma e tempi.
    • Prendi dimestichezza con i simboli per le modalità di ripresa M,AV,TAV, P, B ecc…
    • Trova modalità per la correzione del rumore ad alti ISO.
    • Cerca (se esiste) la funzione per la correzione del front/back focus.
    • Cerca la funzione per ribaltare lo specchio per la pulizia del sensore.
  2. Provare a fare foto curando di non inquadrare il soggetto al centro ma bene a destra o a sinistra dando spazio in direzione dello sguardo creando una diagonale su cui individuare elementi che completino la descrizione del soggetto.
  3. Comporre il soggetto inquadrandolo su uno sfondo meno luminoso del soggetto stesso e di colore più scuro o comunque meno vivace.
  4. Tieni la macchina in bolla orizzontale (soprattutto in foto di paesaggio e architettura) e chiudi bene i gomiti sui tuoi fianchi.

Seguendo questi esercizi arriverai al corso con gli strumenti per imparare con più facilità.

Buona luce